Acqua e sapone

venerdì 18 novembre 2016


Il sapone di Marsiglia proviene dal sapone di Aleppo: un tesoro che si scioglie ogni volta sotto l'acqua e che disperde nelle nostre mani migliaia di anni di cultura e di storia. Ora quella terra è stata distrutta dalla guerra. Tenere in mano uno di quei saponi e girarlo sul palmo come un cubo di Rubik mi fa un certo effetto, perché quella civiltà e quella cultura millenaria sono state letteralmente rase al suolo.

La tecnica di fabbricazione originaria della città di Aleppo, in Siria appunto, è a base d'olio d'oliva e di alloro, e si è diffusa grazie alle crociate attraverso il bacino del Mediterraneo, passando per l'Italia e la Spagna, fino a raggiungere Marsiglia dove quel sapone ha fatto storia.

Colleziono vecchi saponi. Quelli che vedete in foto provengono da alcuni mercatini delle pulci francesi. Mi piace mescolarli con quelli nuovi prodotti ancora artigianalmente e utilizzarli come piccoli oggetti d'arredo.

Dopo aver attraversato insieme a voi l'azzurro del Mediterraneo, vi saluto con questa ultima foto che si chiude sul porto di Marsiglia.

Ma è solo una tappa. Il nostro viaggio continua.

------------------------------------------------------------------------------------------
Le bellissime foto che accompagnano il nostro nuovo racconto sono di Infraordinario Studio. Le carte da parati dipinte a mano, quelle di stampo classico a fiori, le ceramiche artigianali e la biancheria da bagno firmata Blanc Mariclòle potete trovare da noi in negozio. 

Succi Creazioni d'Interni | Via Giorgio Regnoli, 4 | 47121 - Forlì (FC) Italia | tel. +0543 32272 | cell. 339 6416483 | succi.arredamenti@gmail.com



1 commento :

  1. Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.

    RispondiElimina