Stravaganze delavé

martedì 25 settembre 2012


Con l’arrivo dell‘estate hanno iniziato a rilassarsi,
a rallentare i ritmi, a dedicarsi un po’ a loro. 
Hanno trascorso le vacanze nella loro casa in campagna
immergendo anima e corpo nella loro amata terra, la Toscana. 
Finalmente hanno avuto il tempo di ascoltare le cicale 
leggendo un libro, cucinare per gli amici, stare in famiglia.
In fondo, tutto è nato proprio nella casa dei loro genitori in campagna, 
dove hanno cominciato a dipingere mobili e recuperare gli oggetti e i tessuti trovati
nei mercatini brocante, in puro stile shabby e chic.
E, alla fine, quelle che era nata per gioco come una semplice passione, 
l'hanno trasformata nel loro lavoro.


L’avventura di Blanc Mariclò,
una delle più amate e rappresentative aziende italiane 
nel settore dell’arredamento in stile country chic, 
ha inizio 11 anni fa in quel di Fornacette, in Toscana. 

Il progetto prende il via dopo la laurea in giurisprudenza
di Mariangela e in architettura di Claudia Federighi.
Due sorelle con un sogno nel cassetto diventato realtà,
in cui sono confluiti rispettivi gusti, storie,
passioni e soprattutto lungimiranti intuizioni. 

Perdutamente innamorate della loro terra e della loro famiglia,
che considerano la loro inesauribile fonte d’ispirazione,
e influenzate dai continui viaggi in giro per il mondo,
le due creative poco più che trentenni creano a quattro mani
- un paio di volte all’anno -
collezioni tessili e complementi d‘arredo uniche e ricercate
che sembrano appartenere a un tempo ormai perduto.
Mariangela si dedica in particolare alla creazione della linea della biancheria per la casa,
mentre Claudia si occupa delle nuove linee di mobili e accessori. 


Il mondo di Blanc Mariclò s’ispira alla campagna toscana
mescolando lo shabby e il vintage chic allo spirito del new french décor,
una tendenza francese oggi molto diffusa,
che attinge alla raffinatezza dello stile Luigi XV e XVI
e all’eleganza campagnola della Provenza,
mescolando in una stravaganza delavé,
elementi del ritrovato Settecento. 


Ogni collezione è il frutto di una costante ricerca, 
dell’analisi e dello studio degli stili e delle tendenze del momento, 
della reinterpretazione e riattualizzazione
 della tradizione e di incessanti sperimentazioni.
Per l’ultima nata in casa Federighi, 
confessano Claudia e Mariangela, 
è stato un po’ come tornare alle origini, un ritorno a casa. 

“Ci siamo fermate, abbiamo smesso di viaggiare, 
tranne una piccola tappa nei mercatini di Parigi 
e siamo tornate ad attraversare la nostra terra: la Toscana. 
Siamo andate alla ricerca di artigiani, ricamatrici, piccole manifatture. 
Abbiamo cercato e trovato ispirazione nelle nostre campagne, 
abbiamo riscoperto nuovi colori 
che però sono antichi perché sono sempre stati là”. 


Tessuti naturali dalle trame grezze quasi stropicciate, 
ceramiche fatte a mano come una volta, 
materiali decapati dal sapore retro'
patine dall’aspetto un po’ fanée, 
una palette di colori dominata dai bianchi, 
dagli avori, dai tortora e dai grigi polvere,
 con qualche eccezione, 
il tutto condito da tanto, tantissimo romanticismo.

Quando è cominciata l'avventura di Blanc Mariclò?
“La nostra avventura - racconta Mariangela - è iniziata nel 2001, 
sedute nel nostro primo negozio, ancora under construction, 
immerse tra la polvere ed i mobili vintage. 
In una sola notte abbiamo deciso il nome, la strategia e lo stile, 
dopo mesi di riunioni andate a vuoto”.


When did the Blanc Mariclò adventure started?
"The adventure started in 2001, 
we were sitting in our first shop, it was still under construction,
we were surrounded by dust and our vintage forniture.
We decided the name, the strategy and the style, 
after several monthes of worthless meetings, we did everything in one night".


Come vi piace vivere, di che cosa amate circondarvi? 
Quali sono le vostre fonti d’ispirazione?
“Ci piace vivere all’aria aperta. La campagna toscana, il mare della Maremma 
fanno parte della nostra storia, delle nostre radici. 
Pertanto influenzano moltissimo le nostre collezioni. 
Amiamo circondarci di animali e di un immenso affetto familiare. 
Siamo stakanoviste, lavoriamo 24 ore al giorno, 7 giorni su 7, 
le vacanze sono una nostra fonte di ispirazione e di conoscenza degli stili, 
i tessuti e i colori dei paesi che visitiamo”.

How do you like living and what do you like being surrounded with? 
Which are your sources of inspiration?
"The tuscan countryside, the seaside in Maremma are part of our story, of our roots. 
That's why they have a strong influence on our collections. 
We are always surrounded by animals and by the deep love of our families. 
We are very hardworkers, we work 24/7, our holidays are a great source of inspiration for us. 
We learn to know different styles, fabrics and colours 
coming from the places that we visit".

Cosa rende così speciale il vostro lavoro?
“Esprimiamo noi stesse attraverso la creatività. 
Vedere le nostre creazioni nelle case degli altri 
- spiega Claudia - ci emoziona tantissimo. 
Inoltre lavorare insieme alla nostra famiglia è fantastico”.

Tell us a little about your job. What makes it so special?
"We can express ourselves through creativity. 
Having the chance to see our creations in someone elses house is so exciting! 
Woking in this environment together with our families is wonderful".

A cosa state lavorando ultimamente?
M. “Siamo da poco tornate da Maison&Objet, la Fiera di Parigi. 
È stato un progetto molto emozionante e allo stesso tempo impegnativo. 
Eravamo nel padiglione 5, il più importante dell’esposizione”. 
C. “Inoltre stiamo creando la nuova collezione estiva del 2013, 
Sarà bellissima, con tanti colori che mettono allegria”.

Tell us about your last projects. What are you working at lately?
M."We just came back from Maison&Objet fair in Paris,
it was very exciting because we were in the Hall n.5, 
which is the most important so it was a very challenging project.
C. "The new summer collection, it will be beautiful, colourfull and very bright".

Parlateci un po’ di voi e delle vostre passioni extra professionali.
M. “Ho l’hobby del giardinaggio,
adoro vedere le piante che crescono e fioriscono,
 e che hanno bisogno delle mie cure. 
Amo molto anche andare a cavallo”.
C. “Stare in campagna con la mia famiglia”. 

What about you? What are your extra professional passions?
M. "I fancy gardening, I love seeing my plants growing up 
and I like the fact that they need my cares. Riding!".
C. "Staying in the countryside with my family".

Il libro, il film o la cosa che vi ha cambiato la vita.
The book, the movie or the thing that changed your life
M. “Come eravamo e Cafè de Flore”.
C. “I Gatti Persiani e A piedi Nudi nel Parco”.

Che musica ascoltate?
What kind of music do you listen to?
“Feist, Yann Tiersen, Nouvelle Vague, Madonna”.

Di cosa non riuscireste a fare a meno?
M. “Del dolce fatto in casa la mattina, con una jumbo mug di caffelatte”.
C. “Della marmellata rigorosamente fatta in casa senza pectina”.

What couldn't you stand without?
M. "Homemade cake for breakfast with a jumbo Mug of Caffellatte".
C. "Homemade jam prepared without pectin".

Dipendenze tecnologiche?
M. “Non posso fare a meno del mio Iphone, 
faccio foto a tutto quello che può ispirarmi a creare le mie collezioni. 
Viaggiando molto, sono perennemente collegata alle mie email”.
C. “Nessuna dipendenza!”

Technological addictions?
M. "I can't stay without my Iphone, 
I take pictures of everything that can inspire me for the creation of new collections. 
Since I travel a lot, I need to be always connected to my e-mail account".
C. "No addictions".

Cosa state leggendo?
C. “Le Relazioni pericolose”.
M. “Fifty Shades of Grey, tutti e tre i volumi”.

What are you reading? 
C. “Le Relazioni pericolose”.
Mariangela: "Fifty Shades of Gray, all the 3 volumes".

Tv o web?
M. “Web, la tv credo di non averla accesa da 8 mesi”.
C. “Tutti e due indistintamente”.

Tv or web?
M. "Web, I think I haven't watched tv for 8 months".
C. "Both"

Chi è il vostro artista preferito?
C. “Giotto, la Cappella e le opere fiorentine e gli affreschi”.
M. “Il fotografo Steve McCurry”.

Who is your favourit artist?
C. "Giotto, the Chapel and the fresco paintings".
M. "Steve McCurry photographer".




 © 2011 Blanc Mariclò. Tutti i diritti riservati. All rights reserved.

7 commenti :

  1. Come non amare Blanc Mariclò e le sue donne!?..quando entro nei loro negozi e anche quando viaggio fortunatamente scorgo le loro magnifiche vetrine che ti chiamano e ti spingono ad entrare, non si può che rimanere incantati e prender su qualcosa da portare a casa per sè o per gli amici!
    Un marchio di cui in Italia possiamo ben andar fieri!!

    Baci

    Stefy

    RispondiElimina
  2. Adoro Blanc Mariclò..... troppo chic.

    RispondiElimina
  3. Bellissima storia,le ammiro tanto!!
    Che bello riuscire a fare quello che più ci piace e farne un lavoro!!
    Sono grandi!!
    Un bacione e buona giornata!!
    Sabry!!

    RispondiElimina
  4. Quanta meraviglia in queste immagini. Adoro tutte le loro collezioni è un sogno che non smette mai.

    RispondiElimina
  5. Che incanto queste immagini e che bello poter realizzare qualcosa di così bello come e' accaduto alle due sorelle.
    Propongono oggetti bellissimi e' un piacere comprarli e seguire le loro collezioni....in particolare io adoro i tessili.
    Marina

    RispondiElimina
  6. Davvero bella questa intervista! Grazie!

    Deborah

    RispondiElimina